Horst Fantazzini

biografia bibliografiascritti di horstormai è fatta! libro e filmopere di horstiniziative, incontri, memoriemail art, mostra itinerantelinkchi siamocontatti

 

Poesie

Masturbazione

MASTURBAZIONE
di Horst Fantazzini

Strade deserte
brulicanti
di chiromanti disoccupati
che analizzano il passato
sono indifferenti al presente
e profetizzano il futuro.

Mentre scocca il medesimo tempo
in tane velate alla luce
ladri rubano ai ladri
mentre nei palazzi dorati
ladri laccati e lucenti
scrivono codici imposti agli altri.

Nel tempio della giustizia
la casta dei giudici
spazzolandosi antiche ragnatele
assolve faccendieri
condannando un sciuscià dei bassi.

Ride il corvo
e la fantasmagorica fenice
si lecca una piuma.

Nei giardini della rassegnazione
piangono lacrime di sangue
siringhe usa-e-getta.

Chi voleva cambiare il mondo
è sepolto sotto secoli d'indifferenza
oppure
molto spesso ormai
si struscia a giudici e preti.

Ma
(e voi ancora non lo sapete)
un uomo vestito di nero
e con una strana luce negli occhi
arrota il suo coltello
per lacerare l'indifferenza.

E PIANGERANNO I BUONI ED I CATTIVI.


Horst, 31 ottobre 1985