Horst Fantazzini

biografia bibliografiascritti di horstormai è fatta! libro e filmopere di horstiniziative, incontri, memoriemail art, mostra itinerantelinkchi siamocontatti

 

Patrizia Diamante (Italia)

IL BANDITO IN BICICLETTA
(piccolo poema dedicato a mio marito... bandito)

pralina tuttifrutti

Qui comincia l'avventura
del Bandito in Bici & Fuga
che obbedendo alla natura
non vol esser tartaruga.
Se il pedale lui pestava
senza mettersi a dormire,
l'altra cosa in cui ci dava
era amare e pure ardire...
Qualche lingua ha poi sparlato
del VIAGRA che prendeva?
hanno detto ch'era DOPATO,
se no, non ce la faceva!!
Ma io giuro sul campione
che montava la sua sella
che il Viagra è un BIDONE
però Horst è morto in cella.
Era giovane e correva,
ora in Giaguar, ora in bici,
tanta vita lui voleva,
sesso, cognac, donne, amici...
Ma la vita costa assai,
e perché voleva tanto
lui nel mettersi nei guai
era il primo, senza vanto!!
E lo stato che imprigiona,
non chi stupra o chi fa danno,
ma chi ama e chi ragiona
senza calcoli che vanno...
Già deciso il tuo destino,
se sei povero in partenza,
programmato il tuo cammino:
ciò che chiamano innocenza.
E da povero due viali
o sfruttato e poi gettato,
o ti metti a far rapine...
le due facce dei due mali
dello stesso uguale lato!!
Mi dispiace, mio amorino,
che nei $oldi hai visto tutto,
come un candido bambino
che il suo gioco ha poi distrutto.
Delle BANCHE diffidiamo,
senza soldi noi lottiamo,
e la gioia, quella vera,
senza metterci in galera!!
E se proprio il dimostrare
è il tuo senso della vita,
non ti fare ricattare...
...usa meglio le tue dita!
Ma non giudico il tuo gesto
tu per me sei stato il MEGLIO,
dolce, buffo, sexy, e il resto...
che non dormo più, ma veglio!

Pralina Tuttifrutti